surfweek magazine

Le onde più alte del mondo

Sfidare le onde più alte del mondo è possibile? Sì, è possibile.

Ma non è per tutti.

“Che cosa significa cavalcare le onde più alte del mondo?”

” Si diventa un tutt’uno con l’onda, con la potenza del mare.
Una sorta di competizione e di unione, allo stesso tempo, tra l’onda e il surfista temerario che decide di affrontarla. Parliamo di onde tanto spaventose, quanto di veri e propri spettacoli della natura.”

“Ma queste onde sono altissime e sembrano anche ingrandirsi strada facendo.”

” L’onda è qualcosa di vivo. E più si cavalca, più cresce, più diventa una forza da domare.”

Le onde non sono misurate in piedi e pollici, ma in incrementi di paura.

(Buzzy Trent)

“Quanto è pericoloso cavalcare onde così grandi?”

” Dire che il big wave surfing è uno sport tranquillo, ovviamente, sarebbe una follia. In questo sport, come nella vita, bisogna rischiare. Perchè rischiare è necessario per potersi migliorare.”

“E tu come ci sei riuscito?”

” Il big wave rider vive una continua avventura. E’ l’oceano che detta le regole, che decide se devi spostarti o meno per inseguire le onde più grandi, anche dall’altra parte del mondo. Perché il segreto è proprio questo: più possibilità hai di girare il mondo e di provare onde diverse, più avrai l’occasione di crescere come atleta e di migliorare le tue capacità.”

1. Portogallo: il paradiso europeo dei big wave riders

“Ma per ammirare questi spettacoli del mare bisogna andare molto lontano?”

“Assolutamente no. Ci sono diversi posti, anche in Europa, dove le onde regalano grandi emozioni. In Portogallo, ad esempio.
Il Portogallo non è solo uno dei paesi europei dove ci sono spot che divertono qualsiasi tipo di surfista, ma è anche il paradiso dei big wave riders in Europa. A Nazaré, sulla costa nord del Portogallo, è stato raggiunto il record del mondo di surf estremo: è stato possibile surfare un’onda alta 27 metri. Cioè, immagina un palazzo di dieci piani e un impavido surfista consegnato alla storia.
Il suo nome è Garrett McNamara e, non a caso, è di origine hawaiana.”

2. Hawaii: patria delle onde più alte del mondo

“Le isole hawaiane, non è un caso, sono isole particolarmente adorate dagli amanti del surf.”

“E tu sei mai stato ad Honolulu?”

” Certo! Come si può non andare? Le Hawaii sono la vera patria delle onde giganti. Le onde sono perfette e la natura è incontaminata. L’isola di Oahu e Maui sono teatro di onde gignatesche da molto tempo prima che il big wave surfing prendesse piede.
Qui la tradizione è antichissima e proprio la popolazione stessa considera il surf come un puro stile di vita.”

“Fantastico. Una vita fatta di continua adrenalina e di passione.”

“Puoi dirlo forte! Intubarsi in un’onda hawaiana, che arriva fino a 20 metri d’altezza, è una sensazione potentissima. Qui le onde danno vita a dei tunnel mozzafiato, adatti, ovviamente, ai soli esperti spericolati.”

3. Australia e America: onde giganti e dove trovarle

“Che mi dici invece delle coste americane?”

“L’America è già grande di per sé, immagina che di posti dove trovare onde giganti da surfare, ce ne sono diversi. Ma il più noto, quello che sicuramente non è trascurabile è lo spot di Maveriks, sulla costa nord della California. La zona era ancora sconosciuta fino agli anni 90.

Da lì in poi diventa una delle zone destinate a pellegrini in cerca delle onde più alte del mondo.

Ad oggi esiste anche un contest invernale con un nome che parla da sé: Titans of Maveriks.”

“Che paura! E in Australia invece? Dicono sia meta dei più grandi surfisti.”

“Qui i nomi delle onde ti metteranno ancor più paura. In Australia si trovano onde giganti di tutti i tipi: dall’onda temibile di Sidney alla celebre onda mutante della Tasmania.”

4. Surf a Bali: onde per tutti i gusti

“Non dirmi che sei stato anche a Bali.”

“È ovvio! L’isola di Bali è  diventata ormai la destinazione asiatica del surf per eccellenza. Anche qui la tradizione di questo sport risale ad un’epoca molto antica. I primi surfisti avventurieri si lanciavano senza nemmeno un quarto di tutti gli strumenti e le attrezzature che ci sono oggi.

E a Bali puoi trovare alcune tra le onde più alte del mondo.”

“Se penso a Bali però, mi vengono in mente anche le infinite spiagge cristalline.”

“Verissimo! Bali non è solo destinazione per surfisti coraggiosi, è anche meta perfetta per gli amanti del surf e di tutti gli sport acquatici, anche più tranquilli. Riesce ad unire proprio ondemare un’atmosfera perfetta per apprezzare la natura in tutta la sua essenza.
Hai presente quel tipico spirito ‘surfer’ di cui parlano in tanti? Quando si dice che il mondo del surf è bello perchè non è fatto solo di onde, ma anche di un contorno di situazioni tutte da vivere? Ecco cosa intendo.”

Sfidare le onde più alte del mondo è possibile? Sì, è possibile.


Ma non è per tutti.


L: Che cosa significa cavalcare le onde più alte del mondo?


R: Si diventa un tutt’uno con l’onda, con la potenza del mare.


Una sorta di competizione e di unione, allo stesso tempo, tra l’onda e il surfista temerario che decide di affrontarla.


Parliamo di onde tanto spaventose, quanto di veri e propri spettacoli della natura.


L: Ma queste onde sono altissime e sembrano anche ingrandirsi strada facendo.


R: L’onda è qualcosa di vivo. E più si cavalca, più cresce, più diventa una forza da domare.


Le onde non sono misurate in piedi e pollici, ma in incrementi di paura.(Buzzy Trent)

L: Quanto è pericoloso cavalcare onde così grandi?


R: Dire che il big wave surfing è uno sport tranquillo, ovviamente, sarebbe una follia. In questo sport, come nella vita, bisogna rischiare. Perchè rischiare è necessario per potersi migliorare.


L: E tu come ci sei riuscito?


R: Il big wave rider vive una continua avventura. E’ l’oceano che detta le regole, che decide se devi spostarti o meno per inseguire le onde più grandi, anche dall’altra parte del mondo.


Perchè il segreto è proprio questo: più possibilità hai di girare il mondo e di provare onde diverse, più avrai l’occasione di crescere come atleta e di migliorare le tue capacità.

INDICE DEI CONTENUTI:

  1. Portogallo: il paradiso europeo dei big wave riders
  2. Hawaii: patria delle onde più alte del mondo
  3. Australia e America: onde giganti e dove trovarle
  4. Surf a Bali: onde per tutti i gusti

1. Portogallo: il paradiso europeo dei big wave riders

L: Ma per ammirare questi spettacoli del mare bisogna andare molto lontano?


R: Assolutamente no. Ci sono diversi posti, anche in Europa, dove le onde regalano grandi emozioni.In Portogallo, ad esempio.


Il Portogallo non è solo uno dei paesi europei dove ci sono spot che divertono qualsiasi tipo di surfista, ma è anche il paradiso dei big wave riders in Europa.


Nazaré, sulla costa nord del Portogallo, è stato raggiunto il record del mondo di surf estremo: è stato possibile surfare un’onda alta 27 metri.


Cioè, immagina un palazzo di dieci piani e un impavido surfista consegnato alla storia.


Il suo nome è Garrett McNamara e, non a caso, è di origine hawaiana.

2. Hawaii: patria delle onde più alte del mondo

R: Le isole hawaiane, non è un caso, sono isole particolarmente adorate dagli amanti del surf.


L: E tu sei mai stato ad Honolulu?


R: Certo! Come si può non andare? Le Hawaii sono la vera patria delle onde giganti.


Le onde sono perfette e la natura è incontaminata. L’isola di Oahu e Maui sono teatro di onde gignatesche da molto tempo prima che il big wave surfing prendesse piede.
Qui la tradizione è antichissima e proprio la popolazione stessa considera il surf come un puro stile di vita.


L: Fantastico. Una vita fatta di continua adrenalina e di passione.


R: Puoi dirlo forte! Intubarsi in un’onda hawaiana, che arriva fino a 20 metri d’altezza, è una sensazione potentissima.
Qui le onde danno vita a dei tunnel mozzafiato, adatti, ovviamente, ai soli esperti spericolati.

3. Australia e America: onde giganti e dove trovarle

L: Che mi dici invece delle coste americane?


R: L’America è già grande di per sé, immagina che di posti dove trovare onde giganti da surfare, ce ne sono diversi.


Ma il più noto, quello che sicuramente non è trascurabile è lo spot di Maveriks, sulla costa nord della California. La zona era ancora sconosciuta fino agli anni 90.


Da lì in poi diventa una delle zone destinate a pellegrini in cerca delle onde più alte del mondo.


Ad oggi esiste anche un contest invernale con un nome che parla da sé: Titans of Maveriks.


L. Che paura! E in Australia invece? Dicono sia meta dei più grandi surfisti.


R: Qui i nomi delle onde ti metteranno ancor più paura.


In Australia si trovano onde giganti di tutti i tipi: dall’onda temibile di Sidney alla celebre onda mutante della Tasmania.

4. Surf a Bali: onde per tutti i gusti

L: Non dirmi che sei stato anche a Bali.


R: E’ ovvio! L’isola di Bali è  diventata ormai la destinazione asiatica del surf per eccellenza.


Anche qui la tradizione di questo sport risale ad un’epoca molto antica.


I primi surfisti avventurieri si lanciavano senza nemmeno un quarto di tutti gli strumenti e le attrezzature che ci sono oggi.

E a Bali puoi trovare alcune tra le onde più alte del mondo.


L: Se penso a Bali però, mi vengono in mente anche le infinite spiagge cristalline.


R: Verissimo! Bali non è solo destinazione per surfisti coraggiosi, è anche meta perfetta per gli amanti del surf e di tutti gli sport acquatici, anche più tranquilli.

Riesce ad unire proprio ondemare un’atmosfera perfetta per apprezzare la natura in tutta la sua essenza.


Hai presente quel tipico spirito ‘surfer’ di cui parlano in tanti? Quando si dice che il mondo del surf è bello perchè non è fatto solo di onde, ma anche di un contorno di situazioni tutte da vivere? Ecco cosa intendo.

Questo era nuovamente un dialogo di Lorenzo, incuriosito dal fenomeno delle onde giganti. Con l’esperienza di Roberto, big wave rider, scopre direttamente gli spot più adrenalinici del mondo.

SurfWeek

Info

Payment Accepted

COOKIES

BISCOTTO

Per offrirti un’ esperienza migliore, utilizziamo cookie nostri e di terze parti.

Puoi scoprirne di più sulla nostra politica sui cookie, clicca qui.